Tono e semitono – alterazioni – suoni omofoni

TONO E SEMITONO:

IL SEMITONO (ST) è LA DISTANZA più “piccola” che c’è fra una nota e l’altra (fra un “tasto e l’altro”). I semitoni possono essere cromatici (l’intervallo che passa fra due suoni consecutivi dello stesso nome di cui uno alterato, ad esempio Re♯ e Re), oppure diatonici (l’intervallo che passa fra due suoni consecutivi di nome diverso, come per esempio Do e Re♭).

da ricordare:

  • un tasto da solo è solo un tasto, per essere definito semitono deve esserci una distanza   DA —–> A
  • il semitono non si trova solo fra il MI e il FA oppure fra il SI e il DO ma fra tutte le note.
  • esempio fra DO e DO# c’è un ST, fra LA e Sib cìè un ST
  • Il semitono non è il tasto nero.
  • La tastiera del pianoforte è composta da tutti semitoni.

Il TONO ( T )  equivale a ST + ST

esempio: DO – RE (2ST = 1T )

 

ALTERAZIONI:


alterazioni musicali

 

 

 

DIESIS aumenta la nota di un ST

BEMOLLE  diminuisce la nota di un ST

DOPPIO DIESIS aumenta la nota di due ST, quindi di un T

DOPPIO BEMOLLE diminuisce la nota di due ST, quindi di un T

BEQUADRO annulla l’alterazione riportando la nota alla normalità

 

SUONI OMOFONI:

stesso suono (stesso tasto) ma con nome diverso

esempio:

DO# = REb

MI# = FA

SI = DOb

DOX = RE = MIbb

Related Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*